Tarme della farina possono mangiare plastica tossica senza conseguenze


Un articolo del 2019 pubblicata da un gruppo di ricercatori di Stanford aveva evidenziato come il Tenebrio molitor quando si trovano ancora sotto forma larvale, riesca a consumare varie forme di plastica anche molto tossiche tra cui polistiroli contenenti comuni additivi chimici.

Le larve di Tenebrio molito sono utilizzati come mangime per vari animali da allevamento, dai polli ai pesci fino a gamberi.

È stato dimostrato che le larve riescono a biodegradare la plastica in piena sicurezza dato che i componenti chimici che si trovano nelle plastiche sembrano non accumularsi nel corpo di questi insetti e in generale non procurare danni.

Un nuovo articolo pubblicato di recente ha dimostrato che le camole della farina usate come recupero di plastiche possono essere usate come mangime in itticoltura.

I risultati hanno mostrato che le camole della farina hanno un buon valore nutritivo [ad alto contenuto proteico (75%), a basso contenuto di lipidi (10%)] e sono un ottima fonte di nutrienti ed energia soddisfacenti alla crescita per esempio della tilapia ibrida rossa (un pesce da allevamento).


Qui i due articoli scientifici https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29145143/

https://www.nature.com/articles/s41598-022-13429-1

19 visualizzazioni0 commenti